Le rivelazioni di Snowden sull’accesso ai dati contenuti negli smartphone Android e smartphone iOS da parte dell’NSA hanno creato scontento nei concorrenti degli Stati Uniti, che da tempo cercano di divenire indipendenti dal software americano. La Cina infatti da tempo aveva tentato di andare contro Google ed Android, mentre la Russia si sta inerpicando su una nuova strada.

Nikolai Nikiforov, Ministro delle Comunicazioni, ha infatti comunicato ufficialmente che il governo russo intende lanciare un sistema operativo mobile e lo realizzerà in collaborazione con Jolla, azienda finlandese costituita da ex dipendenti Nokia e sostenuta da russi e cinesi.

Il nuovo sistema operativo sarà sviluppato da Russia, Cina e Finlandia, aspettandosi che al progetto partecipino Brasile, India e Sudafrica, con il target di ridurre la percentuale al 50% entro il 2025.