Nascita, crescita e continua espansione iliad in Italia: la storia e i dati Iliad Italia è una S.p.A. fondata il 2 agosto 2016 da Xavier Niel: la sede principale della filiale italiana del gruppo francese è a Milano, e l’amministratore delegato è Benedetto Levi. La compagnia opera nel settore telecomunicazioni con un fatturato di 427 milioni di euro nel 2019: ecco la sua storia e i risultati. Nel 2021 Iliad esordisce anche nella telefonia fissa in tecnologia fibra, con un’offerta innovativa basata sulla rete di Open Fiber.

ILIAD: LO START DELL’ESPANSIONE IN ITALIA

Lo slogan è “Rivoluzione iliad”, e non è scelto a caso: l’operatore ha infatti raggiunto il suo primo milione di clienti in meno di 2 mesi. Il padre del gruppo, Xavier Niel, è un imprenditore che molto bene conosce l’Italia della telefonia e ha fondato la sua prima compagnia nel 1986, a 19 anni, per le chat erotiche, per poi scendere nell’arena della telefonia mobile con Free e le sue tariffe a 2 euro/mese, nel 2012. Con iliad però ha “fatto il botto”, e solo un anno dopo la fondazione, cioè nel corso del 2017, inizia l’acquisizione delle frequenze cessate da WindTre dopo la fusione Wind e 3 Italia, e lo fa accaparrandosi quasi 300 dei siti dismessi alla data del 31 dicembre 2017. La holding francese investe più di un miliardo di euro per lanciare il nuovo operatore mobile italiano e aggiudicarsi le nuove frequenze 5G dallo Stato, con circa un migliaio di assunzioni. Ma andiamo con ordine.

ILIAD: ESPANSIONE ITALIA 2018

Il nome ufficiale dell’amministratore delegato di iliad S.p.A. viene annunciato il 16 gennaio 2018: si tratta di Benedetto Levi. La sua nomina porta con sé un nuovo logo e il sito web istituzionale. Il 16 febbraio 2018 c’è poi un accordo con il gruppo spagnolo Cellnex per implementare le infrastrutture necessarie alla copertura del territorio con una rete propria, e iliad Italia arriva a possedere 7.700 torri nel Belpaese. Il 2018 è un anno di date e risultati importanti: il 29 maggio è la data del lancio ufficiale dell’operatore, che solo 2 mesi dopo raggiunge il milione di clienti. Il 6 settembre dello stesso anno, la filiale italiana emette un comunicato stampa in cui proclama il conseguimento di 2 milioni di utenti.

ILIAD: ESPANSIONE ITALIA 2019

Ma ora passiamo all’attualità. Iliad continua crescere e a raggiungere risultati positivi in Italia, con centinaia di migliaia di nuovi clienti e un’espansione della rete davvero rapida rispetto alle previsioni: nel 2019 l’operatore ha dichiarato di aver raggiunto i 4,5 milioni di clienti, e si tratta di una quota di mercato di oltre il 4%. Nello stesso anni, i ricavi consolidati di Iliad in Italia aumentano dell’8,4% su base annua nei primi 9 mesi: si parla di 286 milioni di ricavi. Numeri importanti, raggiunti nonostante la forte competizione della concorrenza. Anche la copertura Iliad è in costante aumento e a fine settembre 2019 il numero di antenne installate è di quasi 3.100, con circa 850 impianti attivi, e tutto ciò serve a gestire parte del traffico sulla rete proprietaria. L’obiettivo? Attivare 10-12.000 siti entro la fine del 2024. Tutto ciò è ovviamente possibile anche grazie alla rete di vendita capillare (14 negozi e più di 700 sim-box in tutta Italia).

ILIAD: ESPANSIONE ITALIA 2020

Passano gli anni e i clienti continuano ad aumentare: al 31 marzo 2020 le utenze attive in Italia sono più di 5.806.000. Il 6 marzo 2020 Iliad Italia ottiene l’autorizzazione generale all’espletamento del servizio telefonico accessibile al pubblico dal Ministero dello sviluppo economico: in ogni caso, iliad si conferma uno degli operatori più popolari sul suolo nazionale anche nella prima parte del 2020. Poco più di un mese fa, e precisamente il 7 luglio 2020, iliad ottiene la possibilità di esordire nel mercato della telefonia fissa grazie alla rete di accesso in fibra ottica FTTH di Open Fiber, operatore all’ingrosso controllato da Enel e Cdp Equity. Inoltre, poche settimane dopo il suo secondo compleanno ufficiale in Italia, Iliad compete alla pari con provider molto più rodati, come TIM, Vodafone e WindTre.

IL FUTURO IN ITALIA DI ILIAD

Insomma, fino a oggi le promozioni low cost per la telefonia mobile proposte da iliad, come Giga 50, hanno centrato l’obiettivo e tantissimi utenti hanno potuto conciliare ampie soglie di consumo con costi da ribasso. E il futuro della compagnia? Grazie all’ormai solida base di clienti, il futuro Iliad prevede l’espansione nel campo dei servizi, con degli extra (già oggi disponibili) e ulteriori sorprese. Di cosa parliamo? Certamente del 5G. La compagnia francese lavora con costanza per il lancio delle sue prime reti ad alta velocità, e non è stata rallentata (troppo) nemmeno dall’emergenza Coronavirus. I tecnici devono rendere disponibili le prime infrastrutture di proprietà per il lancio del 5G, previsto a fine 2020 o inizio 2021. Il prossimo obiettivo è invece datato 2024, ed è la telefonia fissa con le reti per la Fibra Ottica in aggiunta alle ricaricabili di telefonia mobile. Staremo a vedere.