È stato deciso di cancellare il Mobile World Congress, che avrebbe dovuto svolgersi a fine febbraio a Barcellona. La causa della decisione è da rintracciare negli allarmismi diffusisi a causa dell’epidemia determinata dal coronavirus. A prendere la decisione di cancellare il Mobile World Congress di quest’anno è stata la GSMA, l’associazione degli operatori delle telecomunicazioni a cui spetta il compito di organizzare l’evento.

Cosa hanno spiegato gli organizzatori del Mobile World Congress

Il CEO dell’associazione, secondo quanto hanno riferito le fonti internazionali, ha spiegato che a causa dell’epidemia non è stato possibile mettere in piedi l’evento. In effetti i primi segnali sulla possibile cancellazione della manifestazione dedicata alla telefonia mobile erano cominciati già ad arrivare da tempo.

Molte grandi aziende avevano deciso di cancellare la loro partecipazione al Mobile World Congress. Tra queste non avrebbero preso parte all’evento nemmeno Vodafone e Nokia.

Dopo una riunione degli organizzatori, il CEO dell’associazione ha fatto presente che, per prendere la decisione, si è valutato in maniera completa il rischio connesso ad una situazione che è in rapida evoluzione.

Il peso delle aziende cinesi al Mobile World Congress

Molte aziende avevano già fatto sapere di annullare la loro partecipazione al Mobile World Congress. Tra queste anche Ericsson, Amazon, Facebook, LG e HMD Global. In particolare a determinare la decisione di cancellare l’evento, per tutelare la salute dei dipendenti e degli altri, è stato importante il peso delle aziende cinesi, la cui partecipazione alla manifestazione è molto importante.

Ancora non sappiamo se l’evento sarà spostato in un’altra data, sempre relativamente al 2020.