Mark Zuckerberg ha annunciato l’arrivo di WhatsApp Pay, in occasione della presentazione dei risultati finanziari di Facebook. Il fondatore del popolare social network ha detto che la novità potrebbe riguardare diversi Paesi, tra i quali ci sarebbe eventualmente anche l’Italia. Il tutto sarà attuato nel corso dei prossimi 6 mesi. WhatsApp Pay è il nuovo sistema per il pagamento che si potrebbe attuare tramite chat.

Dal test in India all’arrivo di WhatsApp Pay

Già nel 2018 era nata l’idea di introdurre questo nuovo sistema di pagamento attraverso WhatsApp Pay. Tuttavia nel corso del 2019 si sono manifestate alcune problematiche a livello normativo che hanno impedito alla società di Zuckerberg di estendere il servizio.

Adesso però si pensa ad un lancio globale, grazie al superamento delle prime difficoltà incontrate. Il fondatore di Facebook ha fatto presente di aver ricevuto l’autorizzazione per fare dei test che hanno coinvolto 1 milione di persone in India.

Come funziona WhatsApp Pay

WhatsApp Pay si impegna a rivoluzionare i tradizionali metodi di pagamento per le sue specificità tecnologiche che mette a disposizione. Il sistema si basa sulla tecnologia UPI, unified payment interface. Il tutto peer to peer, in modo da avere una piattaforma di pagamento che funziona in tempo reale per permettere le transazioni interbancarie.

Gli utenti possono utilizzare WhatsApp Pay per fare pagamenti tramite il loro account WhatsApp, che per la realizzazione dell’obiettivo deve essere collegato ad una carta di credito o ad un conto corrente.

Il nuovo sistema di pagamento potrà essere sfruttato anche per gli acquisti online tramite i siti di e-commerce che decideranno di supportarlo.