Vuoi sapere chi ha inventato Android e quali sono le origini del sistema operativo del robottino verde? In questo articolo scopriremo le origini di Android. Alla base di questo sistema operativo, come sicuramente saprai, c’è attualmente Google.

L’azienda di produzione di Mountain View da tanti anni mette in campo diverse versioni di Android. Ma chi ha inventato Android nello specifico? Qual è il nome della persona che per prima ha avuto la possibilità di realizzare una versione del sistema operativo?

Cerchiamo di scoprirne di più sull’argomento e sulle origini di questa importante piattaforma, oggi molto diffusa tra i dispositivi mobili come smartphone e tablet.

Chi ha inventato Android

Chi ha inventato Android, quindi? Non è semplice citare il nome della persona che per prima ha lavorato su questa piattaforma software. Il percorso che ha portato alla realizzazione di Android infatti è stato molto lungo ed è stato messo a punto da numerosi professionisti del settore.

Dobbiamo andare indietro fino all’ottobre del 2003, quando a fondare questa piattaforma sono stati alcuni professionisti molto noti nel settore della tecnologia. Stiamo parlando di Chris White, di Nick Sears (vicepresidente di T-Mobile), Rich Miner (di Wildfire Communications) e Andy Rubin (di Danger).

L’obiettivo alla base del progetto di Android era quello, come aveva chiarito lo stesso Rubin, di realizzare un device con delle caratteristiche intelligenti. Inizialmente si pensava di mettere a punto una piattaforma che potesse funzionare nello specifico sulle telecamere digitali.

L’obiettivo era quello di creare un sistema con delle caratteristiche avanzate che potesse essere utile proprio a questo scopo, per sfruttare al meglio le preferenze degli utilizzatori e le caratteristiche della localizzazione.

Solo nel corso del tempo gli sviluppatori si sono rivolti alla possibilità di creare una piattaforma che potesse servire da sistema operativo per un numero più elevato di dispositivi tecnologici, soprattutto in mobilità.

Le caratteristiche del sistema operativo Android

Abbiamo visto quindi chi ha inventato Android. Ma quali sono le caratteristiche di questo sistema operativo, che attualmente riceve il sostegno da parte di Google? Si tratta di una piattaforma software open source, che prevede la possibilità che gli utenti possano apportare delle modifiche.

Attualmente il sistema operativo in questione viene prodotto in particolare con l’opportunità di utilizzare questa piattaforma su device che abbiano le caratteristiche di uno schermo touchscreen.

Quindi Android funziona molto bene sugli smartphone e sui tablet, anche se è molto utilizzato nei televisori intelligenti, che vengono chiamati proprio Android TV.

Altri utilizzi del sistema operativo li possiamo rintracciare negli orologi più avanzati dal punto di vista tecnologico, ma anche negli occhiali di nuova generazione e nelle auto, con la possibilità di controllare diversi aspetti durante la guida.

Le possibilità alla base di Android sono quelle che comprendono soprattutto le azioni legate al tocco da parte dell’utente sullo schermo. Proprio per questo motivo il sistema operativo si è diffuso in maniera particolare sui device che si utilizzano in mobilità, come smartphone e tablet. In questa maniera infatti è possibile utilizzare il sistema in modo intuitivo.

La storia di Android agli inizi

Non tutti sanno che inizialmente Android sembrava avere una vita molto breve, visto che nel giro di un anno dall’inizio del progetto terminarono i fondi che i creatori avevano a disposizione. In questo modo tutto sembrava finire, ma Steve Perlman, un ex ingegnere di casa Apple, decise nel 2004 di finanziare il progetto con una donazione del valore di 10.000 dollari.

Non passò molto tempo prima dell’arrivo di Google in questo scenario. Siamo nel 2005 e la società di Mountain View si mostrava molto interessata a questo progetto. Google in particolare stava dimostrando grandi capacità nella sua avanzata dal punto di vista tecnologico e proprio nel 2005 iniziò a finanziare il progetto di Android.

Passarono pochi mesi e alla fine la società di Mountain View decise di prendere il controllo di Android in prima persona.

In realtà inizialmente Google aveva l’obiettivo di impiegare il lavoro degli ingegneri che avevano progettato Android in altri settori, relativi soprattutto al motore di ricerca dell’azienda.

Le cose andarono però diversamente e il grande successo di Android nell’epoca attuale, oltre che la sua diffusione, dimostrano che in effetti l’obiettivo di chi ha inventato Android era sicuramente molto interessante.